Banca Versilia Lunigiana e Garfagnana

CONTO PRIMO LAVORO BVLG

conto primo lavoro bvlg banca versilia lunigiana garfagnana
DIVENTIAMO GRANDI INSIEME, CON BVLG.

Al termine degli studi agevola il tuo ingresso nel mondo del lavoro e con Primo Lavoro Più potrai accedere senza pensieri a tutti i vantaggi di un conto “tutto incluso”.

VANTAGGI ESCLUSIVI

Spese tenuta conto 6 euro a trimestre con 15 operazioni gratuite e 0,50 euro dalla sedicesima operazione.

Resoconto bancario gratuito tramite internet banking. Scegli l’invio della documentazione online e non paghi le commissioni.

Bancomat 10 euro all’anno, prelievi gratuiti presso tutti gli sportelli nazionali BVLG. 1,55 euro per i prelievi presso altri istituti. Inoltre la Carta BCC se la usi è gratuita.

Dispositivo Home Banking a 2 € per effettuare tutte le operazioni online, anche con il tuo smartphone, comodamente dove vuoi tu.

LO STRUMENTO IDEALE PER I DIPENDENTI.

Abbiamo a cuore la tua serenità, per questo per chi sceglie di accreditare il proprio stipendio, BVLG ha messo a disposizione due tipologie di conto dedicato ai giovani fino a 30 anni che permettono di  accedere a tutti i servizi bancari di cui hai bisogno.

COSA TI OFFRE?

  • Il conto semplice.  Basta accreditare lo stipendio sul tuo conto. Chiedi informazioni alla filiale BVLG più vicina a te.
  • Servizi e vantaggi. Operazioni, resoconto e prelievi gratuiti, bancomat disponibile e home banking sempre con te.

LE CONDIZIONI.

Inoltre, se vuoi accedere senza pensieri ai vantaggi di un conto tutto incluso ecco Conto Primo Lavoro Più.

tenuta conto

operazioni gratuite

spesa per operazione

bancomat

home banking dispositivo

CONTO
PRIMO LAVORO

6 €/trimestre

15 €/trimestre

0,50 € da 16° op.

gratuito

2 € /mese

CONTO PRIMO LAVORO PIÚ

18 €/trimestre

tutte

ZERO

gratuito

gratuito

Le condizioni di Conto Primo Lavoro sono applicabili per 3 anni e fino al compimento del 30° anno di età.

LE FAQ.

Quali sono le differenze tra il CONTO PRIMO LAVORO e il CONTO PRIMO LAVORO PIÚ?

Il conto PRIMO LAVORO e il conto PRIMO LAVORO PIÚ sono due tipologie di conto differenti, pensate per soddisfare al meglio le esigenze della medesima categoria di clientela.

Il conto PRIMO LAVORO propone una spesa di tenuta conto di 6 euro trimestrali, 15 operazioni gratuite a trimestre e 0,50 cent di spesa dalla 16° operazione, canone Carta Bancomat a 10 euro annui e canone Home Banking dispositivo a 2 euro mensili.

Il conto PRIMO LAVORO PIÚ segue la formula “tutto incluso” e con una spesa di tenuta conto di 18 euro trimestrali comprende: operazioni tutte gratuite, Carta Bancomat gratuita e Home Banking dispositivo gratuito.

Cosa è il conto corrente?

Il conto corrente è un contratto bancario che consente di gestire i propri soldi (evitando di conservare e trasportare denaro contante) e di usufruire dei servizi offerti dalla Banca, quali ad esempio la domiciliazione delle bollette, l’emissione di assegni, il bancomat, la carta di credito e le operazioni di Internet banking. Può essere intestato ad una o più persone e, in questo secondo caso, prevedere che ciascun “cointestatario” possa impartire disposizioni autonomamente (a firme disgiunte), ovvero solo unitamente a tutti gli altri intestatari (a firme congiunte).

Il conto corrente consente di compiere una gamma molto ampia di operazioni le cui caratteristiche e specifici costi sono descritte e regolamentate nel contratto e nel Foglio Informativo Analitico (dei quali è importante prendere visione prima di sottoscrivere il servizio). Durante la fase di scelta di un prodotto bancario è molto importante chiedere sempre adeguate spiegazioni all’operatore su qualunque argomento che non risulti chiaro.

Che cosa significa Internet banking?

Con “Internet banking” (traducibile come “Banca su Internet”) si intende la possibilità di accedere ai servizi della propria Banca direttamente da un computer, smartphone o altro strumento con accesso alla rete internet, per avere informazioni o per effettuare operazioni di gestione del denaro (bonifici, ricariche telefoniche, pagamento di bollettini, estratti conto, gestione del risparmio, etc…) a condizioni più vantaggiose per la clientela in funzione dei minori costi di gestione sostenuti dalla Banca.

Che documenti mi servono per aprire un C/C?

Gli unici documenti richiesti per l’apertura di un conto sono: codice fiscale e documento di identità in corso di validità (carta di identità, patente, passaporto, etc…).
Inoltre, al momento dell’apertura del conto, la Banca sottoporrà al cliente un questionario necessario ad individuarne il “profilo” nell’ambito della normativa antiriciclaggio. Infine, possono essere richiesti ulteriori documenti per poter usufruire di particolari condizioni riservate a convenzioni stipulate con alcune categorie (ad esempio il certificato di iscrizione per gli studenti universitari).

È molto importante rispondere con attenzione alle domande del questionario per poter permettere alla Banca/Intermediario di “profilare” correttamente la clientela.

Quali sono i costi di un conto corrente?

L’apertura di un conto corrente in genere è gratuita. I costi da sostenere sono connessi al tipo di conto scelto, ai servizi previsti, all’utilizzo che ne viene fatto ed alla tipologia di cliente.
Il costo del conto è di solito composto da una parte fissa e da una parte variabile, oltre all’imposta di bollo dovuta per legge.
I costi fissi principali sono l’eventuale canone periodico del conto corrente, i canoni legati alle carte di credito e al bancomat e le spese per l’invio delle comunicazioni al cliente (alcune delle quali abbattibili richiedendone la ricezione on line). Il canone periodico – se presente – include spesso anche il costo di un certo numero (o di un numero illimitato) di operazioni, nonché alcuni importanti servizi quali, per esempio, la carta di debito, la domiciliazione delle utenze, l’home banking e il servizio di SMS.
I costi variabili dipendono dal numero e dal tipo di operazioni che si fanno (ad esempio, prelievi di denaro allo sportello automatico di altra Banca, i bonifici, il pagamento delle utenze, etc.). All’interno del Foglio Informativo Analitico un “Indicatore Sintetico di Costo”(ISC), predisposto da Banca d’Italia per macrocategorie di clienti, rappresenta il costo indicativo per la gestione del conto corrente.

Cosa è l’IBAN?

Ogni conto corrente ha un proprio codice internazionale, denominato IBAN (International Bank Account Number), che lo identifica in modo univoco e che serve obbligatoriamente per fare e ricevere bonifici.

Hai altre domande?

Abbiamo a cuore i clienti e riserviamo vantaggi esclusivi ai giovani da 0 a 30 anni. Con Libretto 0-13, Conto Sprint, Conto studenti e Conto Primo Lavoro, avrai tutti i vantaggi di un conto pensato per i giovani.

Questo messaggio ha natura pubblicitaria e viene diffuso con finalità promozionale. Finanziamento soggetto ad approvazione della Banca Versilia Lunigiana e Garfagnana Credito Cooperativo. Per tutte le condizioni economiche e negoziali fare riferimento ai fogli informativi Libretto 0-13, Conto Sprint, Conto Studenti e Conto Primo Lavoro disponibili presso le filiali della Banca Versilia Lunigiana e Garfagnana Credito Cooperativo e sul sito internet.